fbpx

Alla scoperta del piatto doccia, tra tradizione e nuove tecnologie

blog-1
I vantaggi dei pavimenti in legno, dalle finiture al comfort abitativo
aprile 1, 2021
Show all

Alla scoperta del piatto doccia, tra tradizione e nuove tecnologie

blog – 1

Ognuno di noi, in casa propria, ne ha almeno uno: i piatti doccia sono andati a sostituire nel tempo quelli che erano i piani ricavati direttamente nel pavimento, in quanto, con i materiali di una volta, questo tipo di soluzione era quasi sempre motivo di danni da perdite d’acqua.

Affermatisi già a partire dagli anni ’60, i piatti doccia hanno assunto ben presto dimensioni e forme standardizzate, dando modo di creare uno standard anche per le chiusure (box) che prima erano costituite da tende per doccia.

 

Materiali del piatto doccia: dall’acciaio smaltato ai materiali alternativi

Acciaio smaltato, ceramica, vetroresina, agglomerati minerali, materiali sintetici: il piatto doccia può essere realizzato in molti materiali diversi, da scegliere sia in base alle performance, che al gusto estetico.

I piatti in acciaio sono ormai quasi in disuso, perché molto delicati, specie in caso di caduta di oggetti in grado di scalfirne lo smalto, dando origine a fenomeni di ruggine. Col tempo si sono affermati i piatti doccia in ceramica che, grazie alla loro resistenza, alla garanzia di igiene intrinseca del materiale vetrificato, alla varietà di dimensioni, sono diventati lo standard. Ultimamente hanno cominciato ad affermarsi i piatti in materiali alternativi, principalmente per il fatto che possono essere realizzati in bassi spessori (2-3 cm) che permettono in molti casi l’installazione a filo pavimento.

Inoltre grazie alle proprietà dei materiali sintetici si è in grado di ottenere piatti di dimensioni una volta impensabili (anche 2 metri e oltre di lunghezza), a costi mediamente contenuti. Negli ultimi anni, grazie al progredire delle tecnologie di impermeabilizzazione siamo tornati a vedere piatti realizzati in opera che offrono garanzie di tenuta all’acqua eccezionali.

 

I vantaggi di un buon piatto doccia

I vantaggi dei piatti doccia intesi come categoria di prodotti, sono estremamente pragmatici: da un lato la tenuta all’acqua, garantita anche da una corretta installazione, dall’altro la superficie normalmente anti-scivolo e la certezza di una facile pulizia della zona doccia.

Presi singolarmente, però, i piatti doccia hanno pregi che differiscono con il materiale e la tecnica di costruzione: si va dai piatti in ceramica per una massima igiene e pulizia ai piatti in agglomerati che hanno il vantaggio di poter essere tagliati per essere adattati agli ambienti in cui vanno installati e la possibilità di ripristino rapido mediante appositi kit in caso di danni da impatto, oltre ad uno spessore estremamente contenuto che permette anche a persone con disabilità un corretto utilizzo. Per chi poi è appassionato di design, ci sono i piatti realizzati in opera, certamente i più eleganti, soprattutto se si usano materiali di pregio, e senza limiti né di dimensione né di forma.